I Gesuiti assomigliano a Gesù come il diavolo a Dio

Unabridged Audiobook

Written By: Luigi Albano

Narrated By: Antonello Macchiaroli

Publisher: TekTime S.R.L.S.

Date: January 2018

Duration: 0 hours 45 minutes

Language: Italian

Summary:

Il presente audiolibro (narrato da Antonello Macchiaroli) è stato elaborato sulla base dell'ultima edizione dell'opera pubblicata in Firenze il 1865 dalla Tipografia Claudiana con il titolo "Gesù e Gesuita" di Napoléon Roussel (15 novembre 1805 - 1878).

L'originale del libro in argomento, ha sopravvissuto sufficientemente per non essere più protetto dai diritti di copyright che sono scaduti per diventare di pubblico dominio.

Parte del testo è stata mantenuta in originale (sia l'ortografia che la punteggiatura così come i modi di scrivere alternativi es. Lepanto/Lèpanto chierici/cherici, e simili), rettificando senza annotazioni i minimi errori tipografici.

La realizzazione di questo e-book ha richiesto una lunga e complessa opera di revisione, assemblaggio, modifica ed impaginazione nonché di inserimento della copertina, di titoli, di collegamenti ipertestuali, tabelle dei contenuti ed altri elementi non presenti nell'opera originale.""....un gesuita, con la bolla Unigenitus alla mano, divenne l'arbitro della Francia e la riempì di terrore.

Vescovi fatti suoi schiavi, vegliavano al letto di morte del Gran Re e gli interdissero la riconciliazione e l'oblio; più tardi, questo frate ritornò polvere, ma il suo spirito gli sopravvisse.

Chi non si rammenta dei biglietti della confessione?

Moribondi, per non essersi associati agli odi dei Gesuiti, morirono senza ricevere i conforti della Chiesa.

La forza del gesuitismo è personale e isolata, relativa ne è la debolezza; i Gesuiti sono forti come ordine, deboli come difensori della Santa Romana Chiesa.

Simili ai Cinesi con cui hanno tanto praticato e la cui vanità pone Pechino in mezzo al globo terrestre, i Gesuiti si credono situati nel cuore e nelle viscere del cristianesimo.

Obliando la loro recente data si danno a credere che la religione cattolica non possa esistere senza di essi.

Nulla uguaglia la finezza del loro istinto individuale: ciò che riguarda l'interesse diretto, immediato dell'ordine; ciò che ha provocato, nutrito, compiuta la sua potenza è un prodigio di perseveranza e di saper fare.

Ma quanto la sua vista è penetrante in una direzione e corta e personale, è altrettanto debole, indecisa, allorché tenta di stabilirsi sui destini generali del cattolicesimo.

Questo spettacolo l'abbaglia e l'acceca.

Abile nel calcolare le sorti di un intrigo prolungato, ma circoscritto, il Gesuitismo è incapace di crearsi un largo orizzonte.

Lo spirito di questa società non può innalzarsi sino all'imparzialità.

Di buonissima fede ella ha sempre veduto nella sua propria conservazione il pegno più sicuro, la condizione indispensabile ed unica della durata del simbolo di Roma.

Preoccupata in questa egoistica idea non seppe mai liberarla da tutti i minuti interessi di convento e di confessionale: da ciò, l'ostinato rifiuto di costituirsi uno dei raggi del comune centro, la incorreggibile presunzione di essere ella stessa il centro dell'aggregazione cristiana, l'impossibilità radicale di subordinare i minimi vantaggi dell'ordine all'interesse generale della Chiesa.

Ad esempio dei parlamentari del tempo della Fronda che violavano le leggi per salvare regolamenti, i gesuiti sono meno disciplinati di quel che si crede, o almeno non si sottopongono che ad una disciplina locale, particolare; e siccome la loro tendenza è di formare uno Stato nello Stato , non eccettuata la Santa Sede, impongono Roma all'universo ed essi si impongono a Roma.

In queste grandi crisi dove la Chiesa, la fede, lo spirito religioso sono minacciati, la miseria dello spirito gesuitico è estrema: la onde per mancanza di risoluzione la società di Gesù si perse in questo periodo del secolo VXIII di cui abbiamo abbozzato la storia.

Si rimane forse sorpresi della mediocrità di alcuni motivi, della oscurità di alcuni incidenti che fecero cacciare i gesuiti da tutto il mondo cattolico; non potersi concepire che un avvenimento, fino allora senza esempio sia stato prodotto da cause frivole e leggere in a

Genres:

I Gesuiti assomigliano a Gesù come il diavolo a Dio

by Luigi Albano

has successfully been added to your shopping cart

I Gesuiti assomigliano a Gesù come il diavolo a Dio, Luigi Albano
I Gesuiti assomigliano a Gesù come il diavolo a Dio, Luigi Albano
This title is due for release on January 15, 2018.

Enter your email below to be notified as soon as it is available!

By clicking "Notify Me" you consent to receiving electronic marketing communications from Audiobooks.com. You will be able to unsubscribe at any time.

Already a member? Log In to add this title to your wishlist.
I Gesuiti assomigliano a Gesù come il diavolo a Dio, Luigi Albano
This title is due for release on January 15, 2018
We'll send you an email as soon as it is available!

Already a member?
Log in to add this title in your wishlist
I Gesuiti assomigliano a Gesù come il diavolo a Dio, Luigi Albano
Please Log in and add this title to your wishlist.
I Gesuiti assomigliano a Gesù come il diavolo a Dio, Luigi Albano

We will send you an email as soon as this title is available.